Back to Question Center
0

Cinque passaggi per sopravvivere alla morte di Google Authorship

1 answers:

Ero piuttosto incazzato quando Google ha cancellato la loro amata Authorship.

Per una cosa, l'hanno fatto meno di una settimana prima di un seminario avanzato di content marketing, che ha provocato la morte di circa il 25% dell'intera presentazione, il che mi ha fatto rimescolare per altri 15 minuti. Voglio dire, ho avuto una grande grafica con Chuck Norris, bacon e un cartone animato di un orso che cavalca uno squalo, e Loro - commercial appraisers. Ucciso. Si.

In secondo luogo, questa era l'unica cosa che avrebbe reso gli scrittori onesti fuori da tutti gli hack diocri e gli spammer. Piuttosto che consentire ai droni anonimi di riempire Internet con articoli meno che accettabili, i buoni scrittori sarebbero stati premiati con un alto posizionamento nei motori di ricerca.

E ora l'hanno ucciso. L'ha ucciso morto. Più morto di qualsiasi spettacolo che Ted McGinley si unisce.

Five Steps for Surviving Google Authorship’s Death

Google Authorship ha svolto un ruolo molto importante nella SEO: ha spinto le persone a Google+. Se si desidera utilizzare Authorship, è necessario collegarsi alla rete e utilizzarla correttamente. Ma non abbastanza persone hanno abbracciato Authorship (o Google+), e così lo hanno spento.

Questo non significa che torneremo ai vecchi tempi della SEO, dove la parola chiave stuffing era di gran moda. Google sta mettendo unghie extra in quella bara con la loro versione Panda 4. 1 .

Se mai, stanno ancora battendo la "scrittura migliore". drum, e dare il favore alle piccole e medie imprese che fanno della creazione di contenuti una delle loro massime priorità .

Quindi, se vuoi attirare l'attenzione di Google, fallo bene la prima volta.

It's Still About Personal Branding

Five Steps for Surviving Google Authorship’s Death
L'autore ha fatto una cosa: ha messo l'immagine di uno scrittore sui risultati di ricerca di Google. e includeva il nome dell'autore. È così. Sì, è stato utile perché ha aggiunto una parvenza di attendibilità e credibilità all'articolo, ma solo perché il tuo volto è apparso accanto a un risultato non voleva dire che fosse buono.

Ha anche detto a Google chi erano i buoni autori, nella speranza che preferissero quegli scrittori che lo hanno fatto bene e hanno seguito tutte le regole. Ma hanno ancora dei modi per saperlo. Loro non mostreranno questo favoritismo tramite foto e nomi.

Google ha anche ucciso il beneficio del guest blogging , in particolare per scopi di backlinking, che ha quasi eliminato la mancanza di messaggi degli ospiti che appaiono ovunque su Internet. Quindi è di nuovo diventato una valida strategia di personal branding, anche se è finita come una strategia SEO.

È qui che essere uno scrittore buono e connesso o assumerli è utile.

Secondo l'articolo di CNBC, "Vuoi alzare il tuo ranking di Google?. Noleggia gli scrittori, scrivendo post per gli ospiti in luoghi con un'alta visibilità, aumenta la tua reputazione e credibilità come esperto nel tuo settore.

La scrittura è una parte centrale del lavoro di Jamie Walker. La sua start-up SweatGuru, con sede a San Francisco, che sviluppa software basato sul Web per istruttori di fitness e personal trainer, conta su Google per oltre metà del suo traffico e non ha praticamente budget di marketing. Invece, Walker scrive spesso post sul blog per l'Huffington Post e il sito SheKnows. com, offrendo consulenza a insegnanti di yoga e tecniche per la corsa. Si tratta di affermarsi come un esperto, senza spingere i prodotti di SweatGuru.

Ho detto molte, molte volte in passato, Penso che "scriva buon contenuto". è una strategia galatticamente stupida (è un modo di vivere, non una casella di controllo spuntata o una cosa che decidi di fare, come se fosse facoltativa). Ma questo non significa che non dovresti farlo. Se stai scrivendo per fonti altamente visibili come Huffington Post, non è un posto dove lasciare gli articoli di qualità Buzzfeed. Deve essere il tuo miglior lavoro, perché è la prima cosa che la gente vedrà.

Devi scrivere bene, perché Google lo premierà. Le persone leggeranno il tuo lavoro, lo condivideranno e trascorreranno più tempo sul tuo sito, che sono tutti fattori nell'algoritmo di ricerca di Google (insieme a 200 altri segnali). Non accontentarti abbastanza, perché la gente lo ignorerà a favore di cose che è meglio.

Se non riesci a scrivere bene, impara. Se non puoi impararlo, esternalizzalo. Questo non è un posto per svagarsi o girovagare. Se la tua attività dipende dalla qualità dei tuoi contenuti, assicurati che sia il miglior contenuto dannoso che puoi pubblicare.

Mentre crei quel contenuto di prima qualità, non dimenticare queste quattro altre tattiche.

  1. Scrivi post di guest su blog e punti vendita di influencer. Più è visibile l'uscita, meglio è, non farlo per i backlink. Se non altro, inserisci un singolo link alla tua pagina principale o alla tua pagina Twitter nella tua biografia. Google non lo valuterà, ma inserirà un tag rel = "nofollow" così sapranno che non stai cercando di essere complicato. Ma non mettere le tue migliori uova in quel cestino. Salva i tuoi migliori contenuti per il tuo blog.
  2. Unisciti ad un gruppo industriale alleato su LinkedIn in cui puoi servire e fornire valore. Fai questo oltre ad entrare a far parte dei gruppi del tuo settore. Scrivi le informazioni per il gruppo alleato, non per il tuo gruppo industriale. Non preoccuparti di cercare di stupire i tuoi colleghi, concentrati sull'imprimere i tuoi potenziali clienti. I tuoi colleghi del settore non ti assumeranno, i membri del gruppo alleati lo faranno.
  3. Informazioni privilegiate dettagliate. Il trattamento dovrebbe occupare solo il 20% (1 giorno su 5) del tuo marketing totale dei contenuti. Non dovrebbe essere la tua intera strategia. Ciò significa che devi trovare le informazioni migliori e più difficili da trovare, non l'articolo Mashable che tutti hanno già letto. Condividi queste informazioni con i tuoi gruppi alleati in modo che possano fare meglio il loro lavoro.
  4. Abbracciare la condivisione sociale. Potrebbe essere un cappello vecchio, ma non ci sono cappelli come i vecchi cappelli. Il modo migliore per convincere le persone a vedere i tuoi contenuti è condividerlo sui social media. Non si imbatteranno in esso per caso. Non ci sarà una grande consapevolezza del tuo ultimo articolo. E le fate dei social media non la spargeranno con la loro polvere magica nelle tue reti. Devi dire alla gente, molte volte in effetti. Pubblicalo due o tre volte nell'arco di due giorni. Ricorda, non tutti sono su Twitter allo stesso tempo. Una volta al mattino, una volta al pomeriggio, e possibilmente una volta la sera o il giorno successivo all'ora di pranzo. Google presta ancora attenzione ai segnali di condivisione sociale, quindi più i tuoi contenuti sono condivisi, meglio è.

L'autenticità può essere sparita, ma se sei un efficace venditore di contenuti, questo non dovrebbe importare. Se lo hai già fatto bene, sei ancora in grado di continuare a fare quello che stai facendo. È come togliere una pistola sparachiodi da un falegname. Finché ha ancora il suo martello, può continuare a lavorare.

Se hai ancora il tuo blog o sito web, puoi continuare a lavorare anche tu.

Contenuto correlato:

  1. La co-citazione sostituirà il testo dell'ancora, rendi la mia vita più dura
  2. (58. ) Google Cracking Down su parole chiave ipertestuali in Comunicati stampa
  3. Contenuto, non SEO, dovrebbe Media proprietario di proprietà (guest post)
  4. . Preparati per AuthorRank: Configura il tuo Google Author Identity
  5. Google's AuthorRank per essere un fattore importante in SEO
Better Related Posts. Plugin
0

April 19, 2018