Back to Question Center
0

Il modo giusto e sbagliato di promuovere il tuo marchio personale

1 answers:

Una delle regole per promuovere il tuo marchio personale è aiutare le altre persone. Se qualcuno chiede aiuto, lo dai. Non tenere il punteggio, aspettarsi un favore di ritorno, o tenerlo sopra la loro testa.

E tu sicuramente non, MAI urli all'altra persona o falli sentire come uno scemo per guardarti o sperare che ti occorreranno cinque minuti per aiutarli.

Ma la pro di comunicazione di Cleveland, Kelly Blazek, ha infranto questa regola quando ha inviato molte e-mail furiose a giovani professionisti che hanno chiesto una connessione e l'iscrizione a una bacheca di posta elettronica che ha offerto a 7.300 altri Clevelanders - sql charts.

Diana Mekota ne ha ricevuta una dopo aver chiesto di essere inclusa nella mailing list di Blazek e di connettersi con lei su LinkedIn.

A quanto pare hai sentito che produco una Banca del lavoro, e ho deciso che sarebbe stato straordinariamente utile per le tue prospettive di carriera se condividessi le mie connessioni 960+ con LinkedIn - un estraneo totale. chi non ha niente da offrirmi. Il tuo invito a connettersi è inappropriato, vantaggioso solo per te e di cattivo gusto.

L'invito a connettersi è inappropriato, vantaggioso solo per te e di cattivo gusto. Wow, non vedo l'ora di lasciare che ogni 25enne in cerca di lavoro mina le mie migliori connessioni di marketing per aiutarle a trovare lavoro. Ama il senso del diritto nella tua generazione. E quindi mi piace negare il tuo invito e darti il ​​temuto "Io non so" [NOME] perché è la verità.

Oh, e della tua richiesta di ricevere effettivamente la mia Banca del lavoro insieme ai 7.300 altri abbonati al mio servizio?. Anche questo è negato. Ti suggerisco di unirti all'altra Banca del lavoro in città. Oh aspetta - non ce n'è uno.

The Right and Wrong Way to Promote Your Personal Brand

Le risposte di Blazek sono sbagliate su così tanti livelli, e lei dice di sapere che ora ( dopo si è fatta esplodere sui social. media, e le sue e-mail sono diventate una storia internazionale). Ha scritto delle scuse , e sono incline a crederci, ma penso che abbia danneggiato la sua reputazione in modo abbastanza sano. C'è anche una mossa per averla spogliata del suo premio Communicator of the Year 2013 dal capitolo di Cleveland del Premio Internazionale dei comunicatori di business.

In che modo una buona rete è effettivamente fatta

Quando raggiungi una determinata posizione, sia come professionista, relatore, autore o qualsiasi altro ruolo visibile nella tua comunità o settore, devi riconoscere che. ci sei arrivato con l'aiuto di molte altre persone. Hai chiesto aiuto alle persone e loro l'hanno dato. O meglio ancora, non hai chiesto, ma lo hai ricevuto comunque.

Le persone che raggiungono questi livelli sono spesso eccellenti networker. Amano condividere e aiutare gli altri a raggiungere i loro obiettivi. I buoni networkers lo fanno senza pensare, i cattivi networkers non lo fanno affatto, o lo fanno con molte stringhe allegate.

I buoni networker operano da alcuni principi fondamentali.

  • La rete non dovrebbe mai essere chiusa. Mentre ci sono problemi con l'essere troppo grande, c'è molto di più da dire contro renderlo esclusivo. Non sei una celebrità, ei tuoi amici non sono stelle del cinema e rockstar. Potrebbero esserci connessioni protette da introduzioni casuali, ma questo non significa che tu chiudi completamente tutti.
  • Blazek fece saltare in aria Mekota come "un perfetto sconosciuto che non ha nulla da offrirmi. â € ??. I buoni networkers credono che tutti abbiano qualcosa da offrire. Ma dire che una persona non ha valore?. È una delle cose peggiori che potresti dire a qualcuno. Ognuno di noi ha qualcosa da offrire al mondo, e talvolta il nostro compito è aiutare gli altri a capire qual è il loro dono.
  • "Niente da offrirmi. â € ??. I buoni networkers non si aspettano mai che l'altra persona abbia qualcosa da offrire , perché il networking non è un "Io farò per te solo se lo fai per me". relazione. Se ti aspetti uno scambio di quid pro quo , le persone si stancheranno presto di te. Tenere traccia dei favori ti rende avaro e nessuno vorrà aiutarti affatto. Non solo ti rende meno di una persona â € "ricorda, noi dovremmo essere i nostri migliori se stessi â €" ma la tua maleducazione sarà condivisa per tutti da vedere. In pochi minuti, Blazek ha annullato 10 anni di duro lavoro, tutto perché pensava che fosse troppo brava per aiutare e che erano sotto di lei.

Blazek ha da allora chiuso il suo account Twitter, l'account LinkedIn e il suo blog WordPress. Ma nella sua scia, un altro account Twitter, @OtherNeoJobBank ("Oh aspetta, ce n'è uno") ha intensificato e sta condividendo le aperture di lavoro intorno all'area di Cleveland.

Mister Rogers Knows Networking

Nelle parole del mio eroe, signor Rogers, "Spero che tu sia fiero di te stesso per le volte che hai detto" sì,. â € ™ quando tutto ciò voleva dire era un lavoro extra per te ed era apparentemente utile solo a qualcun altro. "

Le persone che mi hanno insegnato sul networking hanno modellato questa idea. Hanno detto di sì, anche quando significava lavoro extra per loro. Quindi faccio lo stesso per gli altri;. Faccio il possibile per insegnare loro a farlo per le persone che verranno da loro un giorno, chiedendo loro lo stesso aiuto.

La rete non è mai un ripagamento. Si tratta di aiutare gli altri a raggiungere i loro obiettivi e insegnare loro come è stato fatto. Perché un giorno, quando si saranno stabiliti e avranno raggiunto il livello successivo della loro carriera, qualcuno chiederà il loro aiuto.

Le lezioni che insegnano e l'aiuto che danno, saranno una riflessione su di me, che è un riflesso di coloro che mi hanno insegnato e di coloro che hanno insegnato loro. Spero che capiscano la lunga serie di donazioni da cui provengono e continuino a portarlo avanti.

Siamo spiacenti, non è stato trovato alcun contenuto correlato.

0

April 19, 2018